Itinerario di 7 giorni in Giordania: tutte le tappe

Itinerario di 7 giorni Giordania

Sono sicuro che molti di voi sognano la Giordania da tanto tempo! è una Paese ineguagliabile, uno di quelli che non vi toglierete mai più dalla mente se lo visitate! Se invece ancora avete dei dubbi su questa meta, questo articolo vi farà prendere una decisione, e sono sicuro che sarà quella di partire per la Giordania.

La nostra esperienza è stata fantastica, quindi ragazzi, posso solo dirvi: avanti tutta e iniziate ad organizzare il vostro mega viaggio! Per noi è stato un on the road attraversando la Giordania da nord a sud, passando da strade che regalavano delle viste da brivido! Pensate che abbiamo anche sbagliato strada e non siamo mai stati così felici di esserci persi. Il paesaggio era mozzafiato con un tramonto mai visto prima! Il nostro itinerario è stato di 7 giorni, il minimo per capire che i giordani sono un popolo estremamente gentile e che la Giordania è super affascinante.

Qua sotto trovate tutte le tappe del nostro viaggio studiato ad hoc:

Giorno 1

Ci sono due aereoporti in Giordania: Queen Alia ad Amman e King Hussein ad Aqaba. Noi abbiamo raggiunto la Giordania con un volo di 3 ore da Milano Bergamo atterrando ad Amman alle 17.35. Alle 18.30 eravamo già a prelevale la nostra macchina e procurarci una scheda telefonica giordana. (Se volete sapere di più su quale compagnia telefonica scegliere andate all’articolo Giordania – cosa sapere prima di partire)

La prima sera abbiamo alloggiato al Grape Village Hotel, si trova a metà strada tra l’aereoporto Queen Alia e Amman. Perfetto per chi arriva il pomeriggio tardi. Un buon compromesso per avere più tempo per riposare e partire la mattina più freschi. Se siete fortunati come noi vi porteranno anche la colazione in camera.

Itinerario di 7 giorni in Giordania – Dalla Citadel al Mar Morto

Giorno 2

Citadel di Amman

La prima tappa è stata Amman Citadel, il sito archeologico romano della città che si trova a 30 minuti di macchina dall’hotel. L’entrata è inclusa nel Jordan Pass e vale assolutamente una visita. Un sito affascinante che racchiude moltissimi anni di storia da dove ammirare una fantastica vista sulla città di Amman. Noi abbiamo impiegato 3 ore circa per visitarlo. Se andate nei mesi estivi, vi consiglio di avere con voi crema solare e acqua alla mano!!

On the road fino al Mar Morto

Lasciata la Citadel, siamo saltati in macchina e dopo un tragitto di circa 1 ora e mezzo siamo arrivati al Ramada Resort Dead Sea che si affaccia sul Mar Morto. La strada per arrivare è in buone condizioni ma devo ammettere che non tutte le strade giordane sono così. In particolare, state molto attenti ai dissuasori di velocità, sono del colore dell’asfalto e non si vedono. Oltre a questo, spesso le linee tra le diverse corsie non sono ben segnalate.

Ramada Resort Dead Sea

Il Ramada Resort Dead Sea è uno degli alloggi in cui ci siamo trovati molto bene a partire dal personale. L’opzione migliore per fare il bagno nel Mar Morto è accedervi da una delle spiagge private degli hotel che si trovano in quest’area, perchè in altri punti l’accesso al mare è scomodo e difficile. Il Ramada offre un servizio di navetta gratuito che collega in soli 5 minuti la zona delle piscine con la spiaggia privata. Inoltre l’hotel dispone di un centro spa che noi non abbiamo provato, una piscina per bambini e una grande con un bar al suo interno, il cui bancone è proprio a filo d’acqua. Fare il bagno con una bibita alla mano e un bel tramonto di sfondo è il top! Qui, relax, è la parola d’ordine.

Stacca e Viaggia - Ramada Resort Dead Sea Hotel

Itinerario di 7 giorni in Giordania – Dal Mar Morto al meraviglioso Wadi Rum

Giorno 3

Galleggiare nel Mar Morto

Sono bastati 5 minuti di navetta per arrivare sul Mar Morto o potrei dire nel punto biù basso della Terra, sì, proprio così, questo grande lago è a 398 metri sotto il livello del mare, bel record! Grazie alle sue acque salate, si galleggia che è una meraviglia ragazzi, da provare! Pensate che ha un tasso di salinità del 31,5% mentre il Mediterraneo ha solo il 3,5%! Ma vogliamo parlare degli effetti benefici che hanno queste acque?! Molte persone vengono qui proprio per questo motivo, infatti le sue acque hanno un’alta concentrazione di calcio e magnesio e quindi ottime per le vie respiratorie. Vengono usati anche i suoi fanghi, utili contro la tanto temuta cellulite e per altri disturbi della pelle.

Stacca e Viaggia - Mar Morto

Tragitto verso il Wadi Rum (Petra)

Alle 15.00 lasciamo l’hotel per dirigerci nella parte più spettacolare di tutto il Paese: il Wadi Rum. Pensavamo di aver detto wow abbastanza.. ma non sapevamo quanti ancora ne avremmo detti! Per raggiungere il Wadi Rum abbiamo scelto di percorrere la così detta strada del Re. E’ una strada con dei panorami pazzeschi che costeggia tutto il Mar Morto per poi pian piano entrare in uno scenario brullo con delle rocce spettacolari. Dal mar Morto al Wadi Rum ci sono 4.30 ore di macchina.

Stacca e Viaggia - Strada del Re

Noi, sbagliando strada, abbiamo impiegato 1 ora in più, ma ne è valsa la pena. Se non ci fossimo persi non avremmo mai avuto la fortuna di ammirarare questi incredibili paesaggi. Abbiamo oltrepassato una montagna con dei tornanti in salita a dir poco da brivido! Per fortuna la nostra macchina ha fatto la brava! Vi consiglio di percorrere questa strada alternativa ma solo se avete una macchina abbastanza grande perchè altrimenti potrebbe essere pericoloso! Fate il pieno di benzina prima di partire perchè i distributori di benzina non sono molto frequenti. La benzina è abbastanza economica, all’incirca 1.20€ al litro.

Stacca e Viaggia - Strada Alternativa Giordania

Alle 19.00 siamo arrivati al nostro hotel: La Maison Hotel. Ve lo consiglio tantissimo perchè è a soli 5 minuti dal visitor centre di Petra, lo staff è super gentile e la cena è ottima.

Petra by night

Potete acquistare i tickets per Petra by night direttamente al vostro hotel, qualsiasi esso sia. Il prezzo per entrare a Petra by night è di 17 JOD (circa 21€) e la durata della serata è di 2 ore (20.30 – 22.30). Quello da tenere in conto è che Petra by night è disponibile solo tre giorni a settimana: il Lunedì, Mercoledì e Giovedì sera. Lo spettacolo dura circa 30 minuti e consiste nella narrazione della storia di Petra con un sottofondo musicale di flauti e in fine proiezione di luci colorate sulla facciata del Tesoro. Se fosse stato solo per lo spettacolo non saremmo andati, ma vedere il Tesoro di notte, illuminato esclusivamente da un tappeto di candele, è assolutamente fantastico! La parte negativa di tutto questo è che le persone invadono completamente la piazza e si siedono perfino ai piedi del Tesoro. Penso che dovrebbero limitare l’accesso perchè questo le fa perdere una parte del suo incanto. Ma ne vale la pena? Noi rispondiamo sì!

Petra by night

Itinerario di 7 giorni in Giordania – esplorando il Wadi Rum

Giorno 4

Petra, 1° giorno

Alle 6 di mattina eravamo già davanti all’entrata del visitor centre di Petra. Non volevamo arrivare davanti al Tesoro e trovarci nel marasma di gente perchè è quello che succede a partire già dalle 7/7.30. Un altro vantaggio di entrare presto è di visitare Petra quando il sole non è ancora alto. La città è enorme e quindi vi consiglio di visitarla in 2 giorni.

Petra è una città interamente scavata nella pietra, un’opera d’arte impressionante della quale ci siamo innamorati! Il punto panoramico che si trova a destra della facciata del Tesoro è stata la prima tappa della nostra visita a Petra, per poi continuare per i numerosi percorsi nella parte superiore del canyon. Inutile dirvi che da lassù ci sono dei panorami mozzafiato! Vi suggerisco di scaricarvi una mappa dettagliata di Petra che vi sarà molto utile!

Petra: i punti panoramici da dove scattare foto eccezionali.

Il Tesoro di Petra è la prima cosa che è apparsa davanti ai nostri occhi dopo aver camminato per 1600 metri nel Siq, un affasciante canyon che si snoda tra rocce altissime levigate dall’acqua piovana. Per ammirare il Tesoro da prospettive sensazionali ci sono due punti panoramici. Ce n’è uno sul lato sinistro e uno sul lato destro. Il primo è abbastanza difficile da raggiungere a causa del percorso molto scosceso, dovrete scalare le rocce quindi indossate scarpe da trekking. Per arrivare fin lassù avrete bisogno dell’aiuto di alcune guide locali (mi raccomando contrattate il prezzo!). Non abbiamo raggiunto il secondo punto panoramico, ma vedendolo dal basso si intuisce che è molto più semplice del primo.

Stacca e Viaggia - Petra dall'alto

Il castello di Shobak

A soli 30 minuti di macchina si trova il castello di Shobak adagiato su un poggio di un altopiano. Dall’esterno appare molto affascinante ma putroppo non abbiamo potuto visitarlo perchè era chiuso! Il visitor centre che dista soli 10 minuti dal castello di Shobak era deserto. Quindi nonostante la delusione ci siamo goduti il silenzio e un bellissimo tramonto.

Itinerario di 7 giorni in Giordania – esplorando il Wadi Rum

Giorno 5

Petra, 2° giorno

Dedicare un secondo giorno a Petra è stata proprio una buona scelta. Come vi ho detto il sito archeologico è enorme e merita di essere esplorato fino in fondo. Se non volete perdervi niente di questa incredibile città, preparatevi a camminare un bel po’. Le tombe imperiali, l’anfiteatro e il monastero sono state le tappe della nostra seconda visita.

Stacca e Viaggia - il monastero

Dove dormire nel deserto del Wadi Rum

Il deserto del Wadi Rum è senza dubbi uno dei posti più straordinari della Giordania e per raggiungerlo, da Petra, ci vuole circa 1 ora e 40. Scendendo da Petra il paesaggio cambia poco a poco fino ad entrare nel deserto rosa del Wadi Rum. La nostra destinazione era il campo tendato Hasan Zawaideh dove abbiamo passato una notte in un alloggio molto particolare: una tenda a forma di igloo da cui è possibile ammirare una vista spettacolare sul deserto.

Stacca e Viaggia - Hasan Zawaideh

Itinerario di 7 giorni in Giordania – visitare il deserto in Jeep Tour e viaggio verso Amman

Giorno 6

Jeep Tour nel deserto del Wadi Rum

Il jeep tour nel deserto è un’esperienza assolutamente da non perdere! Noi abbiamo prenotato quest’esperienza direttamente al campo tendato. Un tour di 2 ore con 4 stops. Alle 10.30 del mattino eravamo già sulla jeep che si allontanava dal campo tendato e si inoltrava nel deserto. Il paesaggio era pazzesco, il tappeto infinito di sabbia rosa e i maestosi monoliti ci hanno lasciato senza fiato. Assolutamente indimenticabile.

Stacca e Viaggia - deserto

Dal deserto del Wadi Rum fino ad Amman

Alle 16.00 circa siamo ripartiti verso nord con il ricordo di tutte le emozioni che il Wadi Rum ci ha regalato. Il viaggio è stato circa di 4 ore. La strada è molto scorrevole, il traffico si intesifica quando ci si avvicina alla capitale. Abbiamo trovato molti camion al ritorno perché viaggiano tutti i giorni della settimana. Alle 20.00 circa siamo arrivati in uno degli alloggi più fantastici di tutta la permanenza in Giordania: il Down Town Apartments Hotel un hotel di appartamenti di design. L’appartamento era semplicemente perfetto, curato nei minimi dettagli. La cucina era super accessoriata con elettrodomestici e stoviglie nuovissime. Un piccolo salotto con due divanetti e infine la camera. Ve lo straconsiglio, rapporto qualità prezzo, ottimo!

Stacca e Viaggia - Down Town hotel

Itinerario di 7 giorni in Giordania – visita alla Moschea re Abdullah I Jerash

Giorno 7

Cosa sapere per visitare la Moschea re Abdullah I

Ultimo giorno nell’incantevole Terra giordana. La Moschea re Abdullah I, anche conosciuta come la Moschea blu, è a 5 minuti a piedi dal Down Town Apartments Hotel, per entrare è obbligatorio indossare i pantaloni lunghi per gli uomini e per le donne una tunica con il cappuccio che forniscono al bazar all’ingresso. L’accesso è libero e si entra a piedi nudi. Il pavimento è una distesa enorme di moquette sofficissima con motivi arabi rossi e blu. La struttura é gigantesca e la cupola ha delle magnifiche vetrate colorate. La cupola azzurra rappresenta il cielo e le linee dorate che scendono lungo le pareti, i raggi di luce. Vi consiglio di inserirla nella vostra lista.

Stacca e Viaggia - moschea blu

Jerash: tappa imperdibile

Prima di lasciare la Giordania una visita a Jerash era più che dovuta. La visita è inclusa nel Jordan Pass. Si trova a circa 1 ora di macchina dal centro di Amman e per visitarla ci vuole per lo meno 4 ore. Se arrivate con la macchina, sarete contenti di sapere che all’entrata c’è un parcheggio gratuito. Jerash ci ha affascinato tantissimo, passeggiare per le strade della città romana miglior conservata al mondo è veramente sorprendente.

Stacca e Viaggia - Jerash

Cosa vedere a Jerash

La città è caratterizzata dalle tante colonne erose che costeggiano il cardo, la strada principale dalla quale partivano tutte le altre strade e che collegava la grande piazza ovale che si trova al centro della città, alla porta nord.

Direi che non dovete perdervi il tempio di Zeus e quello di Artemide, hanno una posizione privilegiata, in particolare quello di Zeus, da dove si può apprezzare una vista incredibile sulla piazza ovale, circondata da colonne.

Lungo la via principale si trova l’Agorà, il mercato ospitato in una piazza rotonda con al centro una fontana, alla quale arrivava acqua tramite dei canali, grazie a una cascata che si trovava a monte. Proseguendo, vicino alla porta nord c’è il teatro, dove i gradini e il palco sono incredibilmente conservati. Queste sono alcune delle meraviglie da visitare, il miglior modo di esplorare Jerash è di perdersi tra le strade della città. Questo luogo è veramente un must to see.

Se ti é piaciuto quello che hai letto condividilo

4
Scritto per voi da
Leggi un altro articolo

Giordania – cosa sapere prima di partire

Sono sicuro che se siete atterrati su questo articolo è perchè state...
Continua a leggere

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *